Creiamo "Altro"...

martedì 7 ottobre 2014

Mahat: Uomo Nuovo?


Quando incontrai la prima volta Mahat mi colpì il suo sorriso che sembrava parlasse chiaro e forte e che rassicurando dicesse: "fratelli e sorelle miei siate tranquilli"!!
Eravamo a San Benedetto del Tronto alla conferenza di Masaru Emoto, quando ad un certo punto abbiamo sentito un tonfo nella sala e di colpo tutta la sala si è girata aspettandosi il peggio. Era caduta la telecamera di Mahat il quale con un grande sorriso ci disse di stare sereni… la sala tirò un respiro di sollievo sincronizzato.

Sono un’antropologa e mi considero una ricercatrice indipendente, con una grande passione per la pacifica società gilanica, la nostra grande eredità europea. L’antica Europa, il Medio-Oriente, l’Anatolia e Creta minoica possono essere definite società gilaniche, cioè sistemi sociali equilibrati: né patriarcali né matriarcali. 
Esistono due modelli base di società: il primo è quello dominatore, cioè quello che viene comunemente detto patriarcale o matriarcale, dove vige il predominio di una parte dell’umanità sull’altra; il secondo è quello mutuale in cui le relazioni sociali si basano principalmente sull’unione e sulla collaborazione, dove diversità non è sinonimo di inferiorità né di superiorità.
Il mio più grande desiderio è quello di realizzare la società gilanica attualizzata al presente, anche perché sono convinta che, se veramente ci vogliamo salvare in quanto specie vivente, non credo abbiamo altra scelta...

Infatti utilizzando i modelli di organizzazione sociale dominatore e mutuale per l’analisi del nostro presente e nostro potenziale futuro, possiamo iniziare a superare le consuete dicotomie, tra destra e sinistra, capitalismo e comunismo, religione e laicismo, maschilismo e femminismo, comprendendo il quadro più ampio che deriva da una considerazione omnicomprensiva della realtà.
Un altro elemento importante da considerare in questa analisi è l’istinto di conservazione insito negli esseri umani, insieme al bisogno di unione. Questi impulsi “evolutivi” della nostra specie, oltre che agire per la sua salvezza, stimolano, gli animi più sensibili, anche ad avere coscienza della necessità di trasformare il sistema tuttora persistente da dominatore a mutuale.

Soprattutto tra gli individui più svegli che si fanno le giuste domande sulla realtà attuale, su come uscirne e come trasformarla, c’è una crescente consapevolezza che la nuova e maggiore coscienza della nostra mutualità globale dipenda da un riesame e da una trasformazione fondamentale dei ruoli sia dell’uomo che della donna, per iniziare finalmente a sperimentare cosa significhi vivere come "esseri umani completi".

Mi ero sempre chiesta come poteva essere l'uomo (il maschio) di un futuro mutuale?

Conosciuto Mahat arrivò la risposta... Mahat è uno dei pochi uomini che conosco con la mente connessa al cuore, un cuore grande che abbraccia e riscalda chiunque incontra, nonostante i propri limiti individuali che non ha bisogno di nascondere.

Emisfero sinistro collegato all'emisfero destro, un equilibrio che non svilisce né il femminile né il maschile, indirizzando così ogni sua azione verso la preservazione della specie con soluzioni ispirate e creative. Infatti solo quando si è connessi al cuore includendo e ascoltando con rispetto la realtà femminile si riesce a vedere la vera Giustizia, quella divina, naturale.

Ancora oggi il voler essere "politically correct" a tutti i costi, essere "ubbidienti" sotto una piccola classe dominante di un sistema sociale basato sulla violenza e la predazione, indica solo che si è complici dello stesso sistema psicopatico-parassita, non certo un/a bravo/a ragazzo/a. 
Sarebbe ora di rivedere che cosa significa essere “bravi ragazzi” o “brave persone” perché è giunto il tempo della consapevolezza e della caduta dell'inganno perpetrato su un popolo di ciechi.

Quando ho visto l'infinito Amore e Coraggio nel sorridente Mahat, amante della vera Giustizia, ho compreso quali potevano essere le caratteristiche dell'Uomo Nuovo Mutuale... e so anche per certo che chi è veramente bravo/a è connesso/a al Cuore!

Angela-Patrizia